Il campo sportivo di Bibbiano

A fine Giugno 1944le forze di occupazione si impegnano in una serie di imponenti rastrellamenti con il duplice obbiettivo di sopprimere le forze Partigiane e di acquisire manodopera da poter mandare in Germania. Tra i mesi di Giugno e Agosto 156 persone verranno uccise e 1798 catturate in tre grandi operazioni chiamate: Wallenstein I, Wallenstein II e Wallestein III rispettivamente. più di 5000 soldati tedeschi battono le province di Reggio Emilia e Modena, macchiandosi di gravi crimini ed eccidi ai danni della popolazione locale.

Le persone catturate dai Tedeschi nei rastrellamenti vennero poi internate nel campo di prigionia di Bibbiano, posizionato nell’odierno campo sportivo. Qui, rinchiusi dalle alte mura, le persone venivano lasciate con pochissima acqua e nutrite con il poco cibo che gli abitanti riuscivano a condividere, il tutto senza alcun riparo dal Sole. Alcuni vennero poi deportati in Germania per lavorare o per costruire fortificazioni vicino Forlì. Vennero poi requisiti diversi animali e messi nei campi limotrofi, anche questi presi come sostentamento per le truppe Tedesche, e alcuni cittadini vennerò precettati per accudirli. Più di 12000 persone passarono per il campo, e di queste 1000 furono poi trasferite in Germania, negli ultimi mesi di vita del reich.

Notevole fu l’impegno del commissario prefettizio, Franco Pioli, che, sotto richiesta del dirigente della resistenza locale, Mario Ferrari, si attivò per garantire migliori condizioni agli internati e riuscì a salvar diverse famiglie e a far liberare una quota consistente di persone.

Furono mesi difficili per la popolazione di Bibbiano, un gran numero di truppe tedesche fu acquartierata nel paese, alloggiando in case prese agli occupanti e prendendo ciò che volevano. I continui soprusi spinsero molti a partire per la montagna per arruolarsi nelle forze Partigiane.

Monumento in ricordo del campo

Riferimenti:

Per non dimenticare: testimonianze e luoghi della Resistenza a Bibbiano, L’Olmo, Montecchio 2008

Cronologia dei fatti militari e politici più importanti o significativi della guerra di Liberazione nel Reggiano, istituto per la storia della resistenza e della guerra di Liberazione, reggio Emilia 1978