“LIBERE SEMPRE”: il video-omaggio alle partigiane ideato e prodotto dal Coordinamento donne ANPI

“Questo video è dedicato alle nostre compagne, alle partigiane che ogni giorno hanno mosso passione e amore. È il testimone della determinazione nell’uscire dagli stereotipi in tempi bui e terrificanti, del loro coraggio nella Resistenza contro nazisti e fascisti, del rischio, a Liberazione avvenuta, di perdere la grande libertà conquistata sul campo, della capacità di ritrovarsi con altre donne nella lotta per i diritti di tutte contro l’indifferenza, i soprusi, la violenza.
L’Anpi è stata ed è la loro casa e noi continueremo a tenerla aperta sul futuro, con lo sguardo attento ed il pensiero rivolto ai valori della Carta Costituzionale perché solo in quelli è racchiusa la piena attuazione dei diritti e della democrazia”
Gianfranco Pagliarulo – Presidente nazionale ANPI
Vania Bagni – Responsabile Coordinamento donne ANPI

Comunicati stampa Leggi tutto

Volontari della democrazia

“Uniamoci per salvare l’Italia”, l’appello sottoscritto da 29 tra associazioni, movimenti, partiti, sindacati nazionali, aperto a singole personalità del mondo della cultura, dell’arte, della scienza, della società civile, è rivolto a tutti (e a tutte). Per un’alleanza, una rete, forse – meglio – una ragnatela che vorremmo si diffondesse ovunque e diventasse una sorta di grande bandiera popolare.

L’editoriale del Presidente Gianfranco Pagliarulo su Patria Indipendente

Comunicati stampa Leggi tutto

MARISA RODANO, 100 anni di lotta per le DONNE, a Lei si deve la scelta della MIMOSA, fiore simbolo dell’8 marzo

Marisa Cinciari Rodano nasce a Roma il 21 gennaio 1921 e dopo gli studi liceali frequenta la facoltà di lettere alla Università capitolina ove, assieme a tanti altri giovani, si ribella al regime oppressivo fascista e alla morsa della dittatura, partecipando attivamente alla lotta antifascista.

Viene arrestata, per una delazione, nel 1943 per attività antifascista assieme al marito Franco e viene detenuta per 3 mesi nel carcere romano delle Mantellate. Dal settembre 1943 alla liberazione di Roma, avvenuta nel giugno 1944, partecipa alla resistenza romana nelle file del Movimento dei Cattolici Comunisti e nei Gruppi di Difesa delle Donne.

Dopo la liberazione della capitale è tra le fondatrici della Unione Donne Italiane battendosi per il diritto di voto alle donne. Dell’UDI diverrà presidente dal 1956 al 1960. Si iscrive al PCI nel 1946 condividendo la scelta della ricostruzione del paese su basi democratiche e viene eletta in Consiglio Comunale. Diviene madre di 5 figli e col marito frequenta Nilde Iotti e Palmiro Togliatti superando le spinte all’emarginazione e le tante critiche di cui era oggetto quella famosa copia di fatto.

Nel 1948 viene eletta Deputata ove rimarrà in carica per 4 legislature. Dal 1968 al 1972 diviene  senatrice. Dal 1979, per 10 anni, viene eletta europarlamentare. E’ stata la prima donna eletta alla carica di vice presidente della Camera dei Deputati.

Nella sua lunga carriera politica, ai vali livelli, si è occupata della condizione delle donne, dei temi della famiglia e dei servizi. Ha preso parte, anche con ruoli di relatrice, a convegni nazionali ed internazionali. In ambito ONU ha operato nella commissione per lo status della donna. Nell’OCSE si è impegnata per la parità dei sessi e per combattere le differenze di genere. Negli ultimi anni del suo impegno politico ha operato nella commissione nazionale di parità, sulle tematiche di genere, per la democrazia paritaria e nella cooperazione allo sviluppo.

Ha sempre mantenuto il suo orientamento di sinistra affinando le idee per un progetto di sviluppo democratico e solidale del paese nel contesto del processo di integrazione europea. Costante è stato il suo impegno per affermare l’idea di donna attiva e protagonista nella società che sforzandosi per farla uscire dal vecchio stereotipo  che la confinava nel binomio casa – famiglia.

Marisa Rodano aveva un legame speciale con Reggio Emilia caratterizzato dai rapporti di amicizia costruiti con le dirigenti reggiane dell’UDI e del PCI per la comune e storica battaglia antifascista e di difesa della Costituzione ed anche per la condivisione dell’impegno e della ricerca sui temi dei diritti e dei servizi che la portò in tante occasioni ad essere partecipe dei momenti di riflessione e scelta. Negli ultimi anni era molto preoccupata del rigurgito dei fenomeni di antisemitismo e della pericolosa rivalutazione del fascismo. A tutti ricordava che “noi, che quegli anni li abbiamo vissuti, non dimentichiamo. Rivedere le scritte naziste sulle porte di famiglie ebree, le svastiche sui muri, mi hanno riportato ai giorni più atroci della nostra storia”.  Buon compleanno Marisa

 

Comunicati stampa Leggi tutto

“UNIAMOCI PER SALVARE L’ITALIA”

Comunicati stampa Leggi tutto

Pagliarulo: “Neofascisti e affini sono una bomba ad orologeria contro la democrazia”

Gen 07, 2021

Dichiarazione del Presidente nazionale ANPI, Gianfranco Pagliarulo

“Trump ieri ha sdoganato il peggio dell’estrema destra americana e oggi si è reso responsabile di un tentativo golpista. La condanna della comunità internazionale dev’essere senza appello. Gli estimatori trumpiani di casa nostra se ne facciano una ragione. Si prenda finalmente atto che neofascisti, neonazisti, razzisti e complottisti sono […]

Leggi tutto

7 Gennaio – 224° anniversario del Tricolore

Gen 07, 2021

Le iniziative per il 224° anniversario della nascita del Primo Tricolore, quest’anno verranno aperte alle 10.30 dall’alzabandiera alla presenza del Sindaco e del prefetto e vedranno, tra gli altri, l’intervento di Antonio Scurati scrittore e professore dell’Università IULM di Milano.
 
Alle 12.30 il Sindaco Luca Vecchi consegnerà il Primo Tricolore alla sanità reggiana.
Tutta la […]

Leggi tutto

Gen 05, 2021

5 Gennaio: 76° Anniversario  Felice Montanari (Nero) (Boretto)
Nero era il nome di battaglia di Felice Montanari, giovane di canneto sull’ Oglio (Mantova). Nell’autunno del 1944 aveva appena sedici anni, ma ne dimostrava ancor meno essendo piccolo di statura e molto magro.
Vivace e molto intelligente, da mesi aveva dovuto lasciare la sua casa perché ricercato dai […]

Leggi tutto

8 Gennaio: 76° anniversario Tra il Secchia e il Secchiello l’eccidio della Gatta

Gen 05, 2021

L’Unione Montana dell’Appennino, e in particolare i Comuni di Castelnovo Monti e Villa Minozzo, hanno organizzato in collaborazione con le Associazioni partigiane ANPI, ALPI – APC e con Istoreco la cerimonia di commemorazione del 76° anniversario dell’Eccidio dei Partigiani del distaccamento “Pigoni”, domenica 10 gennaio 2021. Il programma prevede alle ore 10 il ritrovo a […]

Leggi tutto