Cronaca di un viaggio della memoria – Binario 21 sotto la stazione Centrale di Milano

Dal 6 dicembre 1943 all’inizio del 1945 partirono da binario 21 – binario posto sotto la stazione Centrale di Milano – 20 convogli (carri bestiame) le cui destinazioni ci sono tristemente note: Auschwitz-Birkenau, Dachau, Fossoli (campo di transito), Mauthausen, Bolzano (campo di transito). Dei suddetti convogli 3 erano composti da oppositori politici, altri di italiani-ebrei da generazioni (che si consideravano italiani a tutti gli effetti in base al decreto 29 marzo 1848 a firma Carlo Alberto di Savoia; erano combattenti della I° guerra mondiale e parte integrante della nostra società) alcuni carri misti di ebrei ed oppositori politici.

Quasi tutti destinati alla cosiddetta “soluzione finale”.  Dei primi due convogli partiti il 6 dicembre 1943 ed il 30 gennaio 1944 composti da 774 esseri umani (per i nazisti Stück = pezzo) ritornarono in 27.

Lì sotto regna il silenzioso rispetto davanti all’enormità di ciò che accadde, rotto soltanto dalla voce della nostra guida Liliana e dal rumore dei treni che sferragliano sopra la nostra testa.

Indifferenza è la parola che ci ha accolto.
Indifferenza di chi avrebbe potuto ma girò il capo tacitando la coscienza.
L’indifferenza di allora e le sue conseguenze ci pesano dentro come un macigno. Ci sentiamo colpevolmente attori di questa immane tragedia.
Indifferenza al negazionismo che avanza strafottente incurante delle memorie storiche e dei documenti filmati che Einsenhower ordinò al proprio esercito di effettuare.
Indifferenza è stato il richiamo di tutti noi alla situazione odierna dei migranti.
Altra riflessione comune: ieri “supremazia della razza ariana”, oggi “prima di tutto gli Italiani”.
Cerchiamo di fare in modo che alla parola indifferenza si sostituisca l’azione e la presa di coscienza per “restare umani”.

(Hanno collaborato per la realizzazione di questo viaggio nella memoria la sezione ANPI di Gualtieri con il Comune e la Proloco)

Comunicati stampa Leggi tutto

ANPI NAZIONALE

FOIBE  una tragedia nazionale, che copre un amplissimo arco di tempo e va affrontata senza alcuna ambiguità, contestualizzando i fatti.

GRAVISSIMA RESPONSABILITA’ DEL GOVERNO

L’ANPI CON I SINDACI CHE RESISTONO COSTITUZIONALMENTE

Comunicati stampa Leggi tutto

Lunedì 4 Febbraio 2019 dalle ore 10.00 commemoreremo i Caduti di Porta Brennone ed il Compagno Angelo Zanti.

4 Febbraio 2019
10:00a12:00

Il corteo per portare loro omaggio partirà dalla sede ANPI di Reggio Emilia. In allegato il volantino con il programma completo.

Appuntamenti, Comunicati stampa Leggi tutto

L’ANPI provinciale di Reggio Emilia aderisce alla catena umana attorno agli edifici dei comuni.

Siamo dalla parte di chi vuole resistere alle scelte inumane di chi vorrebbe lasciare morire in mare coloro che scappano da guerre, fame e povertà.
Riteniamo che l’approvazione del cosiddetto “decreto sicurezza” ha fatto aumentare il rischio di illegalità nel nostro paese e ha sferrato un colpo pesante al diritto di asilo, all’accoglienza e alla integrazione. Il decreto ha generato anche grande preoccupazione per la condizione dei minori non accompagnati.

Comunicati stampa Leggi tutto

Gen 20, 2019

[ 29 Gennaio 2019; 20:30 a 23:00. ] Pensieri su Reggio  L’A.N.P.I. di Reggio Emilia vuole contribuire ad una riflessione sulla realtà locale, la sua vicenda storica, le sue prospettive.  A questo scopo sono stati raccolti nei mesi scorsi i contributi di alcune autorevoli figure che ha raccolto e che presenterà presso la Sala giardino dell’Hotel Astoria Mercure  –  Viale Leopordo Nobili 2 […]

Leggi tutto

L’ANPI reggiana è in lutto per la scomparsa di Giannetto Magnanini

Gen 20, 2019

Una vita intensa che lo ha visto protagonista di tante lotte in fabbrica, nella resistenza e per la costruzione della nostra Democrazia Repubblicana al fianco dell’ANPI che lo ricorda a tutti per il suo impegno e per la sua coerenza.
Giannetto ebbe il coraggio e la lucidità, assieme a tanti altri amici e compagni, di fare scelte giuste in momenti difficili ed anche drammatici come in occasione dello sciopero alla Lombardini del 1 maggio 1944 ed al momento di decidere di passare alla lotta armata al fascismo.

Leggi tutto

ARCI-ANPI-CGIL: I FASCISTI DI CASAPOUND NON POSSONO TROVARE SPAZIO NELLA NOSTRA CITTA’

Gen 16, 2019

COMUNICATO STAMPA
ANPI, ARCI e CGIL di Reggio Emilia aderiscono al presidio antifascista promosso da diverse associazioni della nostra città per esprimere la contrarietà alla decisione di Casa Pound di organizzare sabato prossimo la festa del tesseramento del 2019 e condividono il giudizio negativo sull’azione di un partito che parlando di se dice: “si è vero […]

Leggi tutto

BUON ANNO

Dic 30, 2018

AUGURI PARTIGIANI, perchè:
° l’anno 2019 sia finalmente l’anno di un “nuovo inizio” della Repubblica, nata dall’antifascismo e dalla Resistenza, e quindi di archiviazione di uno dei periodi peggiori della storia dell’Italia e degli Italiani;
° l’anno 2019 sia finalmente l’anno della ripresa economico-sociale, del rilancio della DEMOCRAZIA e della realizzazione dei valori fondamenteli sanciti dalla Costituzione.
AUGURI […]

Leggi tutto