Rio Saliceto

 

Resistenza a Rio Saliceto

La resistenza a Rio Saliceto prende forma quasi immediatamente dopo l’armistizio, molti Riesi si arruolarono nelle G.A.P. della bassa e gli attacchi ai fascisti e ai tedeschi non si fanno attendere. già il 4 aprile 1944 uno squadrista viene catturato e giustiziato in pieno giorno, con grande costernazione dei gerarchi reggiani. Il 15 agosto squadre di militi provenienti da Carpi arrivarono al paese, spararono all’impazzata uccidendo per errore un loro camerata e il contadino Giuseppe Lusetti, caricarono 40 persone e le riportarono a Carpi, dove 7 vennero fucilati (Avio Storchi, Costantino Ioni, Martino del Bue, Aldo Biagini, Pierino Rabitti, Fernando Grisanti, Fermo Rossi). Il 29 gennaio 1945 4 compagnie di tedeschi, coadiuvate da alcuni uomini dell’U.P.I., arrivano a Rio Saliceto e perquisiscono 160 abitazioni e arrestano 6 persone, poi consegnate al comando tedesco. Questi sono solo alcuni dei fatti accaduti e delle imprese compiute dai partigiani Riesi.

 

 

Schede Report Monumenti