LEMMA: 3 – Sviluppo economico –> Operai, lavoratrici a domicilio, precari e immigrati

 

TEMA: Documenti relativi alle trasformazioni del mondo operaio reggiano ed emiliano nel corso della grande trasformazione economica e sociale degli anni sessanta e settanta.

FONTI: Articoli di riviste, quotidiani, settimanali, e riviste scientifiche, atti di conferenze organizzate dall’ente Regione e dalla Provincia di Reggio Emilia.

DOCUMENTAZIONE:

  • Reggio 15, 1968, III, “Una città senza ghetti”, Gildo Canepari, primo articolo su immigrati meridionali lavoratori a cottimo nel Reggiano. Si parla di Cutro.
  • Reggio 15, 1968, III, 20, “Dietro il miracolo”, Paolo Carta, articolo su arrivo operai meridionali e carenza alloggi.
  • Reggio 15, 1969, IV, 16, “Il boom degli immigrati”, Afro Giannini, serie di interviste a meridionali. Interessante perché parla di paghe, costo affitti, mancanza di asili, e forme di socialità.
  • Valerio Evangelisti e Salvatore Sechi, Il Galletto Rosso. Precariato e i conflitti di classe in Emilia-Romagna 1880-1980, Marsilio, Venezia, 1982.
  • Matteo Rinaldini, “I processi migratori a Reggio Emilia negli anni settanta”, in L. Baldissara (a cura di), Tempi di conflitti, tempi di crisi: contesti e pratiche del conflitto sociale a Reggio Emilia nei lunghi anni settanta, L’ancora del Mediterraneo, Napoli, 2008.
  • Nadia Caiti, “Il posto in ceramica e al fine della ruralità”, in Sandro Spreafico, Emanuele Guaraldi (a cura di), L’uomo delle ceramiche. Industrializzazione, società, costumi religiosi nel distretto reggiano-modenese, Franco Angeli, Milano, 2006.
  • Antonella Morlini, “Ceramica, innovazione e convivenza interetnica”, in Sandro Spreafico, Emanuele Guaraldi (a cura di), L’uomo delle ceramiche. Industrializzazione, società, costumi religiosi nel distretto reggiano-modenese, Franco Angeli, Milano, 2006.
  • Reggio 15, III, 1968, 10, “La terra che scotta”, Afro Giannini discute della scomparsa dei braccianti e dell’affermazione dei salariati agricoli nel reggiano.
  • Reggio 15, 1970, V, 1, “Il dopo-contratto dei metalmeccanici”, tavola rotonda con operai della Lombardini su conquiste e lotte dell’Autunno Caldo.
  • Comitato regionale della Federbraccianti dell’Emilia e Romagna, Atti della 2. Conferenza regionale dell’Emilia Romagna : Bologna, 29-30 marzo 1967, Arte stampe, Bologna, 1967
  • Annamaria Spezzani, Giovanna Barazzoni, Lotte, democrazia e nuove tecniche nelle campagne reggiane del dopoguerra, Tecnograf, Reggio Emilia, 1990
  • Lorenzo Bertucelli, Claudio Baraldi, Antonio Canovi, Giuseppe Morrone, Alberto Molinari, Il posto di chi arriva.
  • Marco Mietto, “Dalla fame al frigorifero: gli operai della «Lombardini»”, in P.P. D’Attorre, V. Zamagni (a cura di), Distretti, imprese, classe operaia. L’industrializzazione dell’Emilia-Romagna, Milano FrancoAngeli, 1992. parridigit.istitutoparri.eu/annale_7_8.pdf.
  • Maria Grazia Ruggerini, “Lavoratrice e madre: le operaie tessili di Reggio Emilia”, in in P.P. D’Attorre, V. Zamagni (a cura di), Distretti, imprese, classe operaia. L’industrializzazione dell’Emilia-Romagna, Milano FrancoAngeli, 1992.