LEMMA: 2 – La Regione –> Modello emiliano

 

TEMA: Evoluzione del discorso e del processo politico relativo all’implementazione e all’elaborazione dei discorsi a sostegno della specificità del modello emiliano.

FONTI: Articoli di giornale, documenti e atti comunali, provinciali e regionali, articoli scientifici, monografie e saggi.

DOCUMENTAZIONE:

  • Carlo De Maria, Il modello emiliano. Una prospettiva storica, CLUEB, 2012. Per consultare il volume, https://books.bradypus.net/modello_emiliano. Testo che affronta il tema del “modello emiliano” dal punto di vista storico, politico e amministrativo. Utile anche per la vasta bibliografia presente.
  • Carlo De Maria e Marzia Maccaferri (a cura di), Il «modello emiliano» nella storia d’Italia. Tra culture politiche e pratiche amministrative, Bologna, Clueb, 2013
  • Franco Piro, Comunisti al potere. Economia, società e sistema politico in Emilia-Romagna, Marsilio, 1984.
  • Carlo Trigilia, “Le subculture politiche territoriali”, Quaderno della Fondazione Feltrinelli 16, 1981.
  • Franco Piro, Comunisti al potere. Economia, società e sistema politico in Emilia-Romagna, Marsilio, 1984.
  • Tito Menzani, La Cooperazione in Emilia-Romagna. Dalla Resistenza alla svolta degli anni Settanta, Il Mulino, 2007
  • Renzo Bonazzi, La costruzione del sistema Emilia, Ricerche Storiche, 105, 2008, Reggio Emilia.
  • Sidney Tarrow, Tra centro e periferia. Il ruolo degli amministratori locali in Italia e in Francia, Il Mulino, Bologna, 1979.
  • Andrea Pintus (a cura di), Una volta alla Rosta c’era il mare, Via Wybicki – Libera associazione di cittadini, Reggio Emilia, 2015. Testo che ricostruisce la storia del quartiere La Rosta Nuova di Reggio Emilia.
  • L. Profumieri, Il progetto cooperativo nell’esperienza reggiana. Contributi all’analisi del movimento, Reggiana editrice cooperativa, Reggio Emilia, 1977.
  • Sebastiano Brusco, “Il modello Emilia: disintegrazione produttiva e integrazione sociale”, in Problemi della Transizione, n. 5, 1980, pp. 86-105.
  • Sebastiano Brusco, Margherita Russo, “Le peculiarità del modello emiliano”, in D’Attorre, Zamagni (a cura di), Distretti, imprese, classe operaia, l’industrializzazione in Emilia-Romagna, Franco Angeli, Milano, 1992. parridigit.istitutoparri.eu/annuale7_8.pdf.
  • Alberto Rinaldi, “La sinistra e l’industria diffusa: il ruolo delle istituzioni locali”, in D’Attorre, Zamagni (a cura di), Distretti, imprese, classe operaia, l’industrializzazione in Emilia-Romagna, Franco Angeli, Milano, 1992.
  • Alberto Bagnasco, Tre Italie. La problematica territoriale dello sviluppo italiano, Il Mulino, 1977.
  • Paola Bonora, “Orfana e claudicante. L’Emilia post-comunista e l’eclissi del modello territoriale”, in SloT Quaderno 4, Baskerville, Bologna, 2004.
  • Luciano Vandelli, “Il regionalismo quarant’anni dopo: il caso dell’Emilia-Romagna”, relazione alla conferenza “Quanti anni hanno le nostre Regioni? Per il 40° della Regione Emilia-Romagna”, Centro San Domenico, Bologna, 16 Novembre 2010. regione.emilia-romagna.it/Rivista_5_6_2010/Vandelli.pdf. In questo saggio l’Autore ripercorre le stagioni del regionalismo attraverso la storia  istituzionale  della  Regione  Emilia-Romagna.
  • Marco Cammelli, “Politica istituzionale e modello emiliano: ipotesi per una ricerca”, in “Il Mulino”, n. 259, 1978. Articolo su strumenti di politica e partecipazione adottati dal PCI in Emilia.
  • Fanti, G.C. Ferri, Cronache dall’Emilia rossa, Pendragon, Bologna, 2001. L’ex sindaco di Bologna e primo presidente della Regione Fanti parla, tra le altre cose, di come il PCI ha supervisionato alla regionalizzazione del partito in Emilia.
  • Robert D. Putnam, Robert Leonardi e Raffaella Y. Nanetti, La pianta e le radici. Il radicamento dell’istituto regionale nel sistema politico italiano, Il Mulino, Bologna, 1985. Il libro affronta il tema del radicamento storico del civismo in Italia, Anche qui, l’Emilia-Romagna è descritta come modello virtuoso il cui civismo ha radici nelle tradizioni municipaliste e comunali del Medioevo. *MODELLO EMILIANO
  • Carlo De Maria, “La questione regionale tra anni Settanta e Ottanta dalla prospettiva dell’Emilia Romagna. Lineamenti di un dibattito comparato”, in E-Review – Rivista degli istituti storici dell’Emilia-Romagna 1, 2013, Versione online http://e-review.it/de-maria-la-questione-regionale-tra-anni-settanta-ottanta. Nell’articolo si tratteggia una storia del dibattito e dell’implementazione dell’istituto regionale in Italia, con un focus sull’eccezionalismo dell’Emilia-Romagna. L’articolo è utile anche per il vasto repertorio di fonti e archivi che utilizza.
  • Roberto Balzani, “Dal “modello emiliano” alla Regione Emilia Romagna”, in Neri Serneri, Simone (ed.) Alle origini del governo regionale. Culture, istituzioni, politiche in Toscana, Carocci, Roma, 2004.
  • Patrizio Bianchi, “Emilia Romagna. Problemi e prospettive”, in Finzi, Roberto (ed.), Storia d’Italia. Le regioni dall’Unità ad oggi. L’Emilia Romagna, Einaudi, Torino, 1987.
  • Vighi, Per il socialismo, l’antifascismo, le autonomie. Scelta di scritti e discorsi 1914-1970, Provincia di Bologna, 1984. Raccolta di scritti e discorsi del presidente della provincia di Bologna, nonché presidente dell’Unione regionale delle province emiliane Roberto Vighi.
  • CeSPE – Centro studi di politica economica del PCI (rivista), Un Piano per l’Emilia, Bollettino del CeSPE, Roma, 1969. Documento conservato presso la Biblioteca della Fondazione CeSPE, via Nazionale 75, Roma.