LEMMA: 1 – Pubblica Amministrazione –> PRG

 

 

TEMA: Evoluzione del discorso e del processo politico relativo all’approvazione e all’implementazione del PRG a Reggio Emilia (anni 1968-1970)

FONTI: Reggio 15, rivista bisettimanale (1966-1970), Reggio Emilia. Tutte le copie sono disponibili in forma digitale nell’archivio digitale della Biblioteca Panizzi di Reggio Emilia.

 

DOCUMENTAZIONE:

  • Reggio 15, 1968, a. III, n° 12, “Come si distrugge un piano regolatore?”. Articolo a firma di Gildo Canepari. Riflessione sulle oltre 800 osservazioni presentate al Comune sul progetto del PRG. Si discute anche della sentenza della Corte costituzionale che impone ai Comuni di risarcire i privati proprietari sulle aree destinate al verde pubblico e ad altre funzioni pubbliche.
  • Reggio 15, 1968, a. III, n° 15, “Affitti alle stelle”. Articolo di Paolo Carta. Articolo che discute posizioni del Comune su affitti, politiche nazionali di edificazione ed espropri, con riferimento alla sentenza della Corte costituzionale sulla legge urbanistica del 1940 che dichiara illegittimi gli articoli secondo cui i comuni potevano vincolare, attraverso un piano regolatore, i terreni da destinarsi ad uso pubblico. Parla anche l’assessore all’urbanistica Franco Boiardi.
  • Reggio 15, 1968, a. III, n° 19, “La speculazione cerca un alibi”, di Paolo Carta. Articolo su discussioni con il Governo sullo sviluppo edilizio, sull’ uso del piano regolatore, PEEP, e piano edilizia nazionale e sul tema degli espropri da parte dei Comuni. Parlano l’assessore all’Urbanistica Franco Boiardi, il vicepresidente della Provincia Franco Patacini, e l’architetto Giancarlo Campioli.
  • Reggio 15, 1969, a. IV, n° 12, “La città di domani”. Roberto Scardova. Articolo su costruzione centro direzionale, modernità, e pianificazione Reggio negli anni ’70 (PRG approvato nel novembre 1968, in attesa di approvazione da Consiglio superiore dei lavori pubblici entro 1970). Si parla del lungo Crostolo e via Bainsizza, dove avrebbe dovuto sorgere il centro direzionale, ma anche dell’idea di città, con le diverse funzioni di centro, zona residenziale, zona uffici, e zona fabbriche. Idea è fare centro direzionale in ogni quartiere.
  • Reggio 15, 1969, a. IV, n° 20, “Consigli di quartiere anno primo”. Bilancio su attività dei consigli di quartiere a un anno circa dalla loro istituzione.
  • Reggio 15, 1970, a. V, n° 1, “Un parcheggio sotto Reggio?”. Scritto da Paolo Carta. Articolo su piano pedonalizzazione centro avviato da più di un anno e per liberare piazze dalle auto. Si parla del parcheggio sotterraneo di piazza della Vittoria.
  • Reggio 15, 1970, a. V, n° 2, “Parcheggio sotto la città: sì o no?”. Prosegue dibattito con interventi del sindaco Bonazzi, del presidente della Provincia Franco Ferrari, e dell’architetto Pastorini. Seconda parte dell’articolo
  • Reggio 15, 1970, a. V, n° 4, “Reggio come Los Angeles”. Continua dibattito su parcheggi sotterranei e pianificazione. Intervengono gli architetti Aldo Ligabue e Gianni Boeri, che bocciano il progetto per questioni ambientali e di oneri accessori gravanti sul comune. Interviene anche Italia Nostra in merito in senso critico.
  • Bettini, Caizzi, Chiesi, Colombetti, Ferrari, Laboratorio Prov. di Igiene e Prof. di Reggio Emilia, Bini, Berbenni, Per un piano urbanistico su basi ecologiche nel comprensorio di Reggio Emilia: Parte terza Piano intercomunale di Reggio Emilia, settembre 1972, Relazione Preliminare, Comune di Reggio Emilia, Reggio Emilia, 1972.