Sentieri partigiani Istoreco  settembre 2015
Dal settembre 1993  Istoreco e ANPI organizzano ogni settembre i “Sentieri Partigiani”,
un viaggio di studio a piedi con testimonianze partigiane e camminate sui luoghi che furono teatro di azioni partigiane o rappresaglie nazifasciste. Quest’anno l’iniziativa ricorda il 70° anniversario della Liberazione, e ancora arrivano folti gruppi di turisti della memoria, studiosi ed appassionati, per documentarsi sul fascismo, sull’occupazione tedesca, sulla Resistenza italiana.I “Sentieri Partigiani 2015” si svolgono nei giorni di giovedì 10, venerdì 11, sabato 12 e domenica 13 settembre a Busana, Passo del Cerreto, Monte Ventasso, Lago Calamone, Cerredolo dei Coppi, Cortogno e Gombio.
______________________________________________

Dopo l’otto settembre 1943 i primi partigiani andarono in montagna per organizzare la resistenza armata contro l’occupazione nazista tedesca e contro i fascisti della repubblica di salò.
60 anni dopo andiamo in montagna noi, per camminare insieme ai testimoni partigiani, per ascoltare le loro storie durante i momenti conviviali, per discutere di ieri e di oggi, per goderci i paesaggi dell’Appennino reggiano.

Il programma prevede testimonianze partigiane e camminate guidate sui luoghi che furono teatro di azioni partigiane, scontri o rappresaglie nazifasciste.
Come tutti gli anni contiamo sulla partecipazioni di alcuni partigiani e partigiane.
Per non perdere l’orientamento sui sentieri saremo accompagnati da una guida alpina.

Alcuni dei testimoni che abbiamo conosciuto durante i Sentieri Partigiani passati si possono incontrare sul sito www.resistance-archive.org dove raccontano nelle videointerviste della loro Resistenza. Racconti dei testimoni, dei partecipanti, e le foto dei sentieri partigiani, le trovate su www.partigiani.de (solo in lingua tedesca!)

 

______________________________________________________
Lungo i Sentieri Partigiani… Domenica 13 settembreDomenica 13 settembre insieme a UISP e ANPPIA promuoviamo la giornata conclusiva in pianura:
ore 09.00 ritrovo a Gavasseto, cippo partigiano in Via Fratelli Vecchi – saluto del sindaco Luca Vecchi
ore 09.30 partenza a piedi del gruppo per Castellazzo
ore 11.30 arrivo a Castellazzo, testimonianza di Giacomina Castagnetti
ore 12.30 ritorno autonomo a Reggio Emilia
ore 13.00 cortile di Istoreco, Via Dante 11, Reggio Emilia
Pranzo di Brigata con BioPizza – Per prenotazione pranzo:
sentieri@istoreco.re.it
_____________________________________________________
 I sentieri partigiani di Maggio con Cral Comune e  sezioni “Cittadine”

70° della Liberazione DOMENICA 10 MAGGIO ’15 sulle tracce “cantate” della 144° Brigata Partigiana Garibaldi

PROGRAMMA

Nell’anno in cui ricorre il 70° dalla fine della Seconda Guerra Mondiale, cammineremo in alta Val d’Enza sulle tracce della 144° Brigata partigiana Garibaldi. Antonio Canovi ci guiderà in una geoesplorazione tra Cervarezza e Castagneto attraverso Montemiscoso, sul percorso di un’azione repressiva nazifascista del novembre ‘44 mirata a individuare il comando della 144°. Nella notte del 20 novembre in una stalla del ramisetano, Ca Rabona, furono sorpresi e attaccati gli uomini del distaccamento “Amendola”. Rabona ospitava le formazioni partigiane Garibaldine sin dal marzo del ’44 e qualche traccia racconta che in quei mesi, in quel luogo, vi furono scritte e forse cantate per la prima volta le canzoni “La Brigata Garibaldi” e “Compagni Fratelli Cervi”. A Rabona, sito di memoria resistenziale, posta sul Sentiero Partigiano n.5 dell’Alta Val d’Enza, “Pietra dolente” n.279 testimonianze a cura dell’ANPI e canti partigiani collettivi a cura dei M.i Bellelli, Sgavetti e intervenuti.
Sentieri partigiani Istoreco  settembre 2015

Dopo l’otto settembre 1943 i primi partigiani andarono in montagna per organizzare la resistenza armata contro l’occupazione nazista tedesca e contro i fascisti della repubblica di salò.
60 anni dopo andiamo in montagna noi, per camminare insieme ai testimoni partigiani, per ascoltare le loro storie durante i momenti conviviali, per discutere di ieri e di oggi, per goderci i paesaggi dell’Appennino reggiano.

Il programma prevede testimonianze partigiane e camminate guidate sui luoghi che furono teatro di azioni partigiane, scontri o rappresaglie nazifasciste.
Come tutti gli anni contiamo sulla partecipazioni di alcuni partigiani e partigiane.
Per non perdere l’orientamento sui sentieri saremo accompagnati da una guida alpina.

Gli itinerari non richiederanno preparazione fisica particolare ai partecipanti.

Alcuni dei testimoni che abbiamo conosciuto durante i Sentieri Partigiani passati si possono incontrare sul sito www.resistance-archive.org dove raccontano nelle videointerviste della loro Resistenza.

Racconti dei testimoni, dei partecipanti, e le foto dei sentieri partigiani, le trovate su www.partigiani.de (solo in lingua tedesca!)